Marmellata di fichi

La marmellata di fichi, una deliziosa conserva che si prepara a fine agosto quando i frutti sono dolci e maturi. Un frutto estivo che in questo periodo viene trasformato in una dolce confettura. La marmellata di fichi è perfetta per la farcitura di crostate, da spalmare su una fetta di pane o da gustare insieme a dei formaggi stagionati. Questa ricetta viene preparata in estate e la marmellata consumata tutto l’anno. I fichi, verdi o neri? Piccoli o grandi? Tutte le varietà vanno bene per la marmellata e, se vorrete esaltarne il sapore, a fine cottura potrete unire delle spezie come la cannella, la noce moscata o la vaniglia, oppure aggiungere della frutta secca come le noci, le mandorle o i pinoli. In alternativa potrete aromatizzarla con qualche cucchiaio di liquore: Marsala secco, Rum o Cognac. E’ senza dubbio una delle conserve più gustose e nutrienti preparata con la frutta, ma prima di mettervi all’opera assaggiate uno dei fichi: se è già molto dolce, diminuite le dosi di zucchero altrimenti rischiate di ottenere una melassa. Ma non esagerate, la quantità di zucchero influenza i tempi di conservazione! Come fare una golosa marmellata di fichi? Non preoccuparti, non serve avere una grande esperienza in cucina ma tempo e pazienza. Segui passo passo la nostra ricetta per la marmellata di fichi e il risultato sarà garantito!

marmellata di fichi

LA RICETTA

Portata Colazione, Dessert
Cucina Italiana
Difficoltà bassa
Preparazione 10 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 30 minuti
Porzioni 3 vasetti da 250 g

Ingredienti

  • 1 kg fichi bianchi con buccia
  • 400 g zucchero
  • succo di 1 limone
  • scorza di 1 limone oppure 1/2 cucchiaino di cannella

Inoltre vi servirà

  • 3 vasetti da 250 g con tappo sterilizzati

Procedimento

  • Pulite i fichi: lavateli con un panno bagnato, strofinando la buccia molto delicatamente. Se non amate la buccia, potete eliminarla sfilandola con la punta di un coltellino. Eliminate il picciolo e divideteli in quattro parti. Metteteli in un tegame antiaderente con fondo spesso.
  • Ponete il tegame su fiamma molto bassa e cuocete per 5 minuti. A questo punto, aggiungete lo zucchero, il succo e la scorza del limone, e lasciate cuocere lentamente, mescolando con un cucchiaio di legno per circa 20 minuti. Non lasciate il vostro tegame incustodito sul fuoco.
  • Durante la cottura schiumate frequentemente. Saranno pronti quando avranno assunto un aspetto trasparente, come se fossero canditi.
  • A cottura, spegnete la fiamma e, se non adorate i pezzettini di frutta, lavorateli qualche secondo con il frullatore a immersione fino ad ottenere un composto liscio.
  • Per valutare la consistenza della marmellata, a fine cottura, versate un cucchiaino di marmellata in un piattino da caffè e mettetela in freezer per 2 minuti. Se, trascorso questo tempo, si sarà rappresa e avrà la consistenza tipica della marmellata, vuol dire che è pronta. In caso contrario, proseguite la cottura facendo la prova del piattino a intervalli di 3 minuti.
  • Quando la marmellata di fichi sarà pronta, potrete invasarla nei vasetti di vetro sterilizzati fino a 1 cm dall'orlo. Battete leggermente i vasetti sul tavolo in modo da eliminare le bolle d’aria, ripulite per bene il collo e tappate immediatamente.
  • Capovolgete i barattoli e fateli raffreddare completamente. Controllate che si sia creato il sottovuoto: il centro del tappo non deve fare click-clack. Andranno conservati in dispensa e, ricordate, una volta aperto il barattolo va conservato in frigo non più di 1 mese.

Suggerimenti

La pentola deve essere preferibilmente in acciaio inossidabile, con fondo spesso per una migliore diffusione del calore, capiente con bordi alti per impedire al composto di fuoriuscire durante la cottura.
Durante la cottura, preparate i vasetti, lavandoli e sterilizzandoli in acqua bollente per 30 minuti, coperchi compresi. 
Se vi piace l'aroma liquoroso, potete aggiungere del Marsala o del Rum prima di invasare, prolungando la cottura ancora per 1 minuto.
Condividi: