Involtini di carne alla siciliana

Gli involtini di carne alla siciliana sono un secondo piatto tipico della cucina povera tradizionale. In dialetto vengono chiamati “spitini” che, come potrete intuire, significa letteralmente “spiedini”. Nel palermitano vengono utilizzati ingredienti tipici come i pinoli, l’uva passa, la cipolla, il pangrattato, l’alloro e il caciocavallo, che donano alla carne un sapore e un aroma davvero particolari. Gli involtini prevedono una fettina di vitello tagliata molto sottile che racchiude un ripieno goloso, che può variare da famiglia a famiglia. Non solo è necessario utilizzare il giusto ripieno, ma anche posizionare gli involtini lungo uno stecco alternandoli con foglie di alloro e petali di cipolla rossa.
Una ricetta gustosa ma semplice da preparare, che farà impazzire grandi e piccoli, soprattutto se gli involtini sono cotti alla brace. Questo piatto è sinonimo di feste, scampagnate, allegria, perfetto per il pranzo della domenica o per una grigliata con amici. Gli involtini sono ottimi anche cotti al forno o in padella. Ci sono diverse varianti ma uno solo il risultato.
Vista la loro bontà, gli involtini alla siciliana hanno subito diverse trasformazioni nell’arco del tempo, e oggi vengono arricchiti anche con salumi e formaggi vari, come nella ricetta degli involtini di carne alla palermitana. Vi assicuro che con qualsiasi ripieno sono una goduria. Si realizzano con pochi e semplici gesti, ma bisogna seguire la tecnica giusta per chiuderli senza far fuoriuscire il ripieno. Vi consigliamo di prepararli in quantità e di seguire la nostra la ricetta. Basteranno solo pochi passaggi.

involtini di carne alla siciliana

LA RICETTA

Portata Secondo piatto
Cucina Siciliana
Difficoltà bassa
Preparazione 30 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 16 fettine di vitello (3x6 cm) tagliate molto sottili tipo scamone, noce o girello
  • 60 g pane raffermo o pangrattato grossolano q.b.
  • 1 cipolla rossa
  • 100 g Caciocavallo fresco
  • 10 g pinoli
  • 20 g uva passa
  • acqua q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Inoltre vi servirà

  • 4 spiedini di legno
  • foglie di alloro q.b.
  • 1 cipolla rossa
  • 100 g pangrattato fine q.b.
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento

  • Come prima cosa, mettete l’uva passa in ammollo in acqua tiepida per circa 10 minuti.
  • Nel frattempo, tritate finemente la cipolla dorata e fatela soffriggere in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva. Dopo circa 1 minuto, aggiungete un goccio d’acqua. In questo modo otterrete una cottura più dolce. A fine cottura avrete una cipolla appassita e non fritta.
  • Quando la cipolla si sarà appassita e il liquido di cottura si sarà ritirato, aggiungete i 60 g di pane raffermo. Mescolate, aggiungete un pizzico di sale e pepe. Ora spegnete e lasciate raffreddare il composto all’interno di una ciotola.
  • Strizzate l’uva passa e aggiungetela insieme ai pinoli al composto raffreddato. Unite il formaggio grattugiato e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto, amalgamate il tutto con un filo d’olio. Il composto dovrà risultare compatto in modo da poterlo modellare.
  • Preparate anche la cipolla rossa che andrete a tagliare a metà e poi a spicchi, così da ricavare una sfoglia da alternare agli involtini di carne insieme alle foglie d'alloro.
  • Preparate gli involtini: stendete ogni fettina di carne sul tagliere e aggiungete un paio di cucchiaini del composto di pane raffermo preparato in precedenza. Aggiungete un pezzetto di Caciocavallo fresco tagliato con uno spessore di circa 3 mm .
  • Quindi, avvolgete la carne così da inglobare ben all’interno il condimento. Procedete in questo modo con tutte le fettine a vostra disposizione.
  • A questo punto e prima della panatura, compattate ogni involtino di carne con il palmo della mano, pressando leggermente.
  • Preparate 2 piatti, dove in uno inserirete dell’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e pepe. Nell’altro, del pangrattato fine.
  • Passate gli involtini uno ad uno, prima nell’olio su entrambe le parti e poi nel pangrattato, così da ricoprire tutta la superficie.
  • In uno spiedino di legno o acciaio inserite una sfoglia di cipolla, poi un involtino e dopo una foglia di alloro. Alternate, aggiungendo gli altri involtini di carne, le foglie di alloro e la cipolla.
  • Continuate in questo modo fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Solitamente si aggiungono 4 involtini per spiedino. Una volta completati, potete cuocerli sulla griglia o sulla carbonella.
  • Disponete gli spiedini su una teglia foderata con carta da forno. Cospargete con un filo d’olio extravergine d’oliva e infornate in modalità grill, media potenza per 15-20 minuti. Girateli a metà cottura in modo da avere una doratura omogenea.
    Oppure in modalità ventilato a 220°C per 15-20 minuti circa sul livello superiore a quello intermedio.

Suggerimenti

Se preferite una cottura sulla piastra, assicuratevi di farli cucinare bene su tutti i lati e nella parte centrale dove passa lo stecco.

 

 

 

Condividi: