Pizza con mortadella e pistacchi

La pizza con mortadella e pistacchi è una gustosa variante della pizza napoletana “rossa”, preparata in casa e buona come quella fatta in pizzeria. Ecco la ricetta della felicità che mette allegria al primo morso.
Vogliamo proporvi una variante gourmet cotta in “bianco” che poi viene arricchita da un condimento saporito a base di formaggio filante con un cremoso pesto di pistacchi, fettine di mortadella e burrata. Due strati di bontà infinita. L’accostamento con la mortadella e il pesto di pistacchi difficilmente lascia insoddisfatti, è davvero ottimo! Grazie alla ricetta base della pizza come in pizzeria, otterrete un insieme perfetto di profumi, consistenze e sapori, con una pizza buona, sottile ma anche leggera e digeribile, con un cornicione morbido e leggermente croccante come in pizzeria ma nel forno di casa! Se non l’avete mai provata, vi consigliamo di farlo al più presto perché sicuramente vi sorprenderà. Prepararla non è affatto difficile, vi basterà seguire il nostro procedimento e i nostri consigli. Con un po’ di pratica imparerete a preparare una pizza perfetta!
Potrà essere servita in più occasioni, dal brunch all’aperitivo, o per una serata con gli amici. Si tratta di una preparazione piuttosto semplice, con poche regole, ottimi ingredienti e solo 1 grammo di lievito.
Questa è una pizza che alle 10.00 del mattino si può mangiare proprio come se fosse un panino. L’abbinamento di burrata, mortadella appena affettata e pistacchi, è uno di quelli che almeno una volta nella vita vale la pena provare. Curiosi di provarla? Al richiamo della pizza è impossibile resistere.

pizza con mortadella e pistacchi

LA RICETTA

Portata lievitati, Piatto unico
Cucina Italiana
Difficoltà media
Preparazione 20 minuti
Cottura 8 minuti
Tempo totale 28 minuti
Porzioni 3 panetti da 280 g

Ingredienti

  • 500 g farina 00 Caputo rossa Pizzeria o Cuoco
  • 1 g lievito secco oppure 2 g di lievito fresco
  • 325 g acqua fredda da frigo
  • 5 g malto oppure miele o zucchero
  • 12 ml olio di semi di girasole
  • 12 g sale fino

Inoltre vi servirà

  • farina di semola di grano duro q.b. per il piano da lavoro

Per il condimento

  • mortadella q.b. tagliata sottile
  • 300 g mozzarella fiordilatte in panetto oppure sgocciolata
  • 1 burrata da 300 g
  • pesto di pistacchi q.b.
  • granella di pistacchi q.b.
  • basilico q.b.
  • olio extravergine d'oliva q.b.

Utensili

  • planetaria con gancio ad uncino
  • pietra refrattaria
  • pala per pizza
  • ciotola
  • telo di cotone, oppure pellicola
  • vassoio o contenitore con coperchio

Procedimento

  • Prima di tutto, preparate la base seguendo la ricetta che trovate nella pizza come in pizzeria. Troverai tanti consigli utili e la videoricetta.
  • Una volta pronto l'impasto e dopo aver terminato la stesura del panetto, trasferite la pizza sulla pala e infornate con un filo d’olio a giro su tutta la base. Fate cuocere sulla base del forno con la pietra refrattaria per circa 6 minuti.
  • In un secondo momento, sfornate e aggiungete la mozzarella fiordilatte. Continuate la cottura per altri 2 minuti circa sul 1 livello più vicino al grill, senza rimuovere la pietra.
  • Infine, sfornate, aggiungete qualche cucchiaino di pesto di pistacchi, la mortadella a bocciolo di rosa, la burrata, la granella e infine qualche foglia di basilico. Come quantità regolatevi secondo i vostri gusti.
    Servitela ben calda. Tagliate a metà la burrata e con delicatezza spalmatela su tutta la pizza in modo casuale. Buon appetito!

Suggerimenti

Un'altra alternativa per condire la pizza, ottenendo anche un effetto visivo diverso, è quello di sciogliere il pesto di pistacchi con un po' di panna fresca. Spalmate delicatamente sulla base della pizza e infornate. Negli ultimi 2 minuti di cottura unite la mozzarella. Appena sfornata, aggiungete la burrata, la mortadella, qualche goccia di pesto di pistacchi e infine la granella.
Vi consigliamo di scegliere sempre ingredienti di ottima qualità.
FARINA: per ottenere un impasto estensibile, occorre una farina di qualità e di forza medio alta con un’alta capacità di assorbire i liquidi. La pizza deve subire una lievitazione media o lunga, e non tutte le farine sono in grado di sopportare questo passaggio!
ZUCCHERO: qualsiasi sia la vostra scelta, malto, zucchero semolato o miele, con la bassa temperatura lo zucchero ci aiuta nella colorazione della pizza.
OLIO NELL'IMPASTO: abbiamo scelto l'olio di semi, perché nella cottura del forno di casa riesce a mantenere più soffice l'impasto. Nella lunga cottura la pizza si va disidratando ma l’olio la fa rimanere leggermente croccante fuori e morbida dentro. Se preferite una pizza croccante, potete utilizzare l'olio extravergine d'oliva. 
MOZZARELLA: se usate la mozzarella fiordilatte a palla, prima di utilizzarla tagliatela a listelli e fatela sgocciolare per una notte intera. Stessa cosa vale per la mozzarella di bufala, in questo caso però, va tagliata a fette. Se invece utilizzate la mozzarella fiordilatte in panetto, grattugiatela con una grattugia a maglie larghe. La mozzarella va sempre distribuita uniformemente.
PIETRA REFRATTARIA: l'uso della pietra refrattaria è necessario per potenziare il forno domestico.
Se l’impasto dovesse lievitare primo del previsto, a metà lievitazione trasferite i panetti in frigo coperti con uno strofinaccio umido. Tirateli fuori dal frigo 30 minuti prima di lavorarli. In questo modo si adatteranno alla temperatura esterna e termineranno la lievitazione.
Condividi: