Le panelle sono delle gustose e sfiziose frittelle realizzate con la farina di ceci. Lo spuntino palermitano, servito sin dalle prime ore del mattino, spesso gustato anche a colazione. Il più famoso cibo da strada a Palermo: panino con panelle e crocchè, l’accoppiata vincente! Si possono acquistare nei chioschi ai lati delle strade o nelle rosticcerie. Un piatto molto semplice e al tempo stesso molto saporito da gustare in compagnia di amici o parenti.

pane e panelle

LA RICETTA

Portata antipasto, Aperitivo
Cucina Siciliana
Difficoltà bassa
Preparazione 5 minuti
Cottura 40 minuti
Tempo totale 45 minuti
Porzioni 8 persone

Ingredienti

  • 500 g farina di ceci
  • 1,5 l acqua
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • limone q.b.
  • olio di semi di arachidi per la frittura
  • 8 piccole pagnotte

Procedimento

  • Come prima cosa preparate tutto il necessario che vi occorre per questa ricetta: munitevi di 20 formine apposite o di piatti con la base rotonda del diametro 8-10 cm circa e lasciateli capovolti sul piano da lavoro.
  • Lavate e asciugate il prezzemolo, tritatelo finemente e mettetelo da parte.
  • In una ciotola versate la farina di ceci, aggiungete una manciata di sale e pepe. Dopo, unite l’acqua poco alla volta e, con l’aiuto di una frusta, mescolate per evitare la formazione dei grumi. In alternativa usate le mani.
  • Versate tutta la farina con l’acqua in un tegame “non di acciaio”. Fate cuocere a fiamma medio-bassa per 40 minuti circa, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, sempre dallo stesso verso.
  • Per essere sicuri che la farina sia cotta al punto giusto dovrete fare la prova cucchiaio. Ovvero, se tenendo il cucchiaio di legno perpendicolare al composto riesce a sostenersi all'impiedi, allora siamo pronti al passaggio successivo.
  • Basterà aspettare qualche minuto, fino a che il composto faccia degli sbuffi in superficie, ovvero delle bolle che si aprono. A cottura quasi ultimata, ricordatevi di aggiungere il prezzemolo tritato.
  • Spegnete, avvicinatevi al piano di lavoro e cominciate a spalmare velocemente il composto, ancora caldo, con una spatola sul sottofondo dei piatti.
  • Create uno strato sottile da 3 mm circa. Fate raffreddare, ci vorranno circa 15 minuti. Prima di staccare le forme con l’aiuto di un coltello, dividetele in due parti ottenendo due mezzelune.
  • A questo punto friggete in olio ben caldo. Scolatele su carta da cucina, spolverate con un pizzico di sale e pepe.
  • Aprite a metà le pagnotte, eliminate una parte di mollica e farcite.
  • Servitele calde insieme al pane e qualche goccia di limone per condire.

Suggerimenti

Il metodo tradizionale prevede di spianare il composto delle panelle su un tavolo da lavoro e, quando si saranno raffreddate, potrete tagliarle in forme rettangolari.
Inoltre, se preferite sostituire il prezzemolo, potrete utilizzare i semi di finocchietto selvatico. Avranno un gusto altrettanto gradevole.
Se ne avete realizzate tante e volete friggerle in seguito, potete tranquillamente congelarle su un vassoio distanti una dall’altra. In seguito conservatele in un sacchetto o in un contenitore.
Oppure, se volete friggerle il giorno dopo, potete conservarle in frigo: usate una cassetta per la frutta in plastica forata, distendetele tutte e coprite con uno strofinaccio asciutto, in modo da non bagnarle con l’umidità interna del frigo.

Condividi: